Poesie scelte da Scrivere.info

Dentro al dolore

Nadia Mazzocco

Cronaca

Un uomo e una telecamera
dentro al dolore degli altri
che diventava mano a mano
anche il suo
Una faccia scavata dal male
e due occhi
che hanno visto
Sarajevo in quei giorni
Un uomo che dimentico
della sua malattia
sciogliendola nei mali
del suo prossimo
diventava uno di loro
Uno degli abitanti di Serajevo
o di Vucovar
Era l’occhio che guardava
gli orrori di quei giorni
Era la testimonianza
delle grida di aiuto
che uscivano dalle bocche
Tremava facendo tremolare
tutte le cose
da lui inquadrate
le facce delle persone in fila
per attingere l’acqua alla fontana
la loro fatica
per cercare un po’ di pane
le strade... le case...
tutto tremava

Nadia Mazzocco | Poesia pubblicata il 06/12/09 | 5881 letture| 17 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Nadia MazzoccoPrecedente di Nadia Mazzocco >>
 

Nota dell'autore:

«Dedicata a Duilio Fantò un testimone e alle vittime di quella sanguinosa guerra Per non dimenticare
"As you pour yourself a scotch, crush a roach,
or check your watch/as your hand adjusts your tie, people die"
"Mentre tu ti versi uno scotch, schiacci uno scarafaggio,
o controlli l’orologio/mentre la tua mano sistema la cravatta, la gente muore"
Tratto da "A tune for Bosnia" di Joseph Brodsky, poeta russo- americano
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


17 commenti a questa poesia:
«il dolore degli uomini da parte degli uomini, molto sentita ed apprezzata, complimenti»
Emanuele Martina

«Arrivo tardi per i commenti, mi resta solo associarmi a tutti quelli che mi hanno preceduti. Poesia che fà meditare. pregna di dolore... e che riesce a farci capire che molte vicende cosi tragiche non dovrebbero essere dimenticate... molto sentita»


«Credo che Duilio Fantò faccia parte di quella schiera di eroi sconosciuti al grande pubblico, me compreso se non avessi visto la trasmissione di Minoli.
Apprezzo la grande sensibilità della poetessa che ha saputo tradurre in versi quest'orrendo crimine che è la guerra, ma ancor più orrendo perché dimenticata in quanto fuori dai grandi interessi della politica internazionale.»
Carlo Fracassi

«Un canto di dolore ...
Un'emozione da leggere col fiato sospeso ...
Immagini che straziano il cuore ...
Emersi dall'anima di una poetessa ...
Che ... superlativamente ... scrive ...»
Anna Maria Scamarda

«Una verità ineluttabile vissuta da un coraggiobo cameraman per far conoscere al mondo gli orrori di una guerra
Immagini che dovrebbero essere di monito ma come tutte le guerre prevale sempre una ragione di stato che i militari inviati nella battaglia ignorano
Coimvolgente stato d'animo»
Catello Apuzzo

«Che dirti...è un quadro di dolore dai colori di tristezza... incorniciato d'emozione e di un grande sentire. Splendida»
Veleno

«Quando si leggono e si ascoltano queste cose, riusciamo a comprendere di quanto siamo fortunati, nonostante tutti i nostri acciacchi sia fisici che psicologici. La guerra di qualsiasi bandiera sia è sempre tristezza e sofferenza, specialmente, per chi ci vive e la subisce. Con la tua poesia ci hai fatto ricordare di quanto stiamo bene. Mi hai fatto emozionare.»
Maurizio Spaccasassi

«Purtroppo le tragedie non cesseranno mai d'esistere – emozionanti versi.»
Berta Biagini

«Un testo di alto spessore lirico- emozionale, che tocca profondamente l'anima, dove in questi così toccanti versi, questa autrice, ci fa rivivere il dolore attraverso gli occhi, di chi ha assistito a tanto dolore.»
Rita Minniti

   «Alto, molto alto lo spessore umano dell'autrice, in questa sua straordinaria opera in versi.
Non saprei dire di più...»
Antonella Scamarda

«Versi molto intensi, per non dimenticare quella tragedia, arrivano dritti nell'anima... Bellissima»
Rossella Gallucci

«Una riflessione di grande impatto emotivo...
Questi versi ...per non cancellare la memoria di una tragedia... e come ogni tragedia tutte uguali... per l'impatto di emozioni che rilasciano...
Molto apprezzata.»
Antonio Biancolillo

«Poesia che fà meditare e riflettere...
dolore tra le righe... per non dimenticare
tocca il cuore... molto bella»
Danielinagranata

«Da incorniciare... versi asciutti, che incidono nell'anima col coltello della verità. Piaciuta»
Paolo Ursaia

«Poesia molto dolorosa. Davvero profonda, fa riflettere. Apprezzata e condivisa.»
Salvatore Ferranti

«versi dolenti che celeri arrivano all'anima, espressi
d'elevata sensibilità dall'autrice»


«Una tragedia nella tragedia... poesia di grande valore poetico che arriva donando un grande spunto di riflessione. Molto bella.»
Antonella Bonaffini


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Nadia Mazzocco ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 42 poesie

La prima poesia pubblicata:
 L'attimo immortalato (30/01/09)

L'ultima poesia pubblicata:
 Quemándome por dentro (26/06/14)

Una proposta:
 Tesori nascosti (21/04/09)

La poesia più letta:
 Le tue mani (02/03/10, 7481 letture)

  


Nadia Mazzocco

Nadia Mazzocco

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Nadia Mazzocco Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Salutiamo Eluana
Autori Vari
Poesie per la morte di Eluana Englaro, dallo Speciale "Salutiamo Eluana"
Pagine: 68 - Anno: 2009
ISBN:


Festa delle Donne 2009
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia
Pagine: 50 - Anno: 2009
ISBN:


Addio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini
Pagine: 92 - Anno: 2010
ISBN:




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info