Poesie scelte da Scrivere.info

Le lacrime e la clessidra

Fuori

Riflessioni

Il tempo del nulla si piega ed affanna
le immagini lente si spengono all'ombra,
il tempo che grava è già una condanna,
è il larice verde che piega la fronda.

La sabbia impastata
dentro la clessidra,
quell'onda bloccata
dal vento che vira.

Vorrei solo scomparire qualche volta,
quando il male mi attanaglia fino in fondo,
scomparire dietro un angolo che svolta
nell'oblio di un assurdo nuovo mondo.

Rimbalza la mente
dal fondo d'un pozzo,
ritornano spente
le sillabe a strozzo.

Dimmi che saprai sopportare un nuovo odore,
quando del mio ti sarai dimenticata,
e viaggierai d'eterno e di chiarore
fuori dal mondo da cui ti ho generata.

Uno strillo si annida
nell'assurda visione,
le lacrime di sfida
si nutrono in dolore.

Fuori | Poesia pubblicata il 11/12/09 | 1979 letture| 3 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Fuori >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

3 commenti a questa poesia:
«qui il tempo si piega e si affanna, anche lui ha le sue debolezze.
ma pur sempre è un peso, grava e condanna, piega ogni cosa e la sabbia nella clessidra si impasta, si blocca? a volte sembra che il tempo si fermi, ma si ferma quando sembra che la morte stia per arrivare. si ferma solo quando il male è troppo grande e il tempo sembra si diverta ad attanagliare l'anima che vorrebbe sparire "nell'oblio di un assurdo nuovo mondo".la mente diventa come palla, un gioco tra il tempo e il male, che bella coppia di meschini.
e nel tempo sparisce anche il proprio profumo, ma il desiderio che qualcuno se lo ricordi innalza la preghiera che invece ne sopporti un altro. la propria mente che abbia un altro odore mentre il dolore si nutre di lacrime.

bellissima»
Giorgia Spurio

«Lo scorrere del tempo e dell'amore in una metafora calzante e sentita. Delicata poesia.»


   «Poesia a rima alternata con 6 strofe quartine che si alternano tra settenari e dodecasillabi. Rimaniamo spettatori passivi davanti a connubio di una lacrima che muore sullo scorrere della sabbia nella clessidra. La trovo molto espressiva, mi piace»
Maurizio Spaccasassi


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Fuori ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 27 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Tvtb (10/05/08)

L'ultima poesia pubblicata:
 Le lacrime e la clessidra (11/12/09)

Una proposta:
 Vai via (23/02/09)

La poesia più letta:
 Tradimento (22/03/09, 10144 letture)

  


Fuori

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Fuori Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info