Poesie scelte da Scrivere.info

L' animale

Maurizio Melandri

Satira

Com'é rassicurante questo tuo parlare condiviso
affrontando argomenti di interesse generale
con un lessico scorrevole
una logica disarmante
con tematiche intelligenti
esternazioni coerenti
un fraseggiare ricercato
un tono di voce pacato, suadente
un sorriso ammiccante.

Indossando un abito appropriato
dai colori intonati
una camicia ben stirata
una faccia ben rasata
un profumo avvolgente
sempre in mezzo a bella gente.

Che peccato questo animale che ho dentro .
Ogni volta la gabbia non regge
lui mi sfugge...
e ti azzanna alla gola!

Maurizio Melandri | Poesia pubblicata il 26/02/10 | 3497 letture| 4 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Maurizio MelandriPrecedente di Maurizio Melandri >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


4 commenti a questa poesia:
«Un vero peccato che appartenga all'argomento fantasia perché oltre ad essere spiritosa questa poesia riflette gli stati d'animo che imperversano nella vita di tante persone che dei fantocci parlanti non ne possono più! Intanto noi subiamo... e questi tizi brillano di falsa luce e ci ammorbano l'aria e la vita. E' molto sentita ... ma quant'é divertente!»
Dalassa

«per quanto uno vuole cercare di stare al passo con il mondo, parlare nel modo più ricercato, vestirsi sempre alla moda, l'animale che è dentro di noi, la nostra naturalezza, esce ogni tanto allo scoperto colpendo tutto ciò che ci circonda... non credo che sia sempre un male anzi... essere se stessi e non fingere forse è una liberazione... bella»
Nutellina Cinzia Pallucchini

   «Mi ricorda molto il personaggio di un libro di Calligaris, sempre ordinato al passo con la moda e uniformato al mondo... ma in segreto il suo animo pulsa come un lupo...»


«Davvero irritante vedere persone che vogliono mostrare solo l'aspetto esteriore, fingendo di essere colte, raffinate, eleganti... A volte viene voglia davvero di far uscire la "bestia" che è in noi per azzannarle! Si può anche leggere in un altro modo, riferendola tutta a se stessi. Ovvero: portare una maschera per risultare agli altri sempre piacevoli, mai fuori luogo, ma poi sempre "la bestia" che è in noi ad un certo punto vuole rompere le sbarre e azzannare alla gola questa parte falsa di noi... In ogni caso molto profonda e anche divertente»
Rossella Gallucci


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Maurizio Melandri ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 22 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Assenza (15/01/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Mia (21/05/17)

Una proposta:
 Non parlerò più (13/04/16)

La poesia più letta:
 Arpa Celtica (15/11/11, 8171 letture)

  


Maurizio Melandri

Maurizio Melandri

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Maurizio Melandri Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info