Poesie scelte da Scrivere.info

Sentiero di L'Aquila

Violeta C

Cronaca

Spighe di grano
spuntano dalle macerie
e chiedono sangue.

Le voci, i silenzi
corrono lungo i muri feriti
dalle urla della Terra.

Scendono nelle tenebre
le anime in cerca di vita.
Portano pesi
di sogni mai vissuti,
vagano
tra polveri di stelle,
si nutrono
nel canto degli angeli.

Sono una Fenice,
risorgo dalle mie ceneri
o dalle mie macerie.
Porto fiori
sulle rocce del male
e... aspetto
che sorga il sole
sull'alba di questo tramonto.

Primula,
nata in mezzo alle tende
sulla Terra di nessuno,
accompagna
il timido sorriso dei bambini,
si nutre di sogni
e beve lacrime,
cresce nella città del pianto.

Violeta C | Poesia pubblicata il 22/03/10 | 4286 letture| 6 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Violeta CPrecedente di Violeta C >>
 

Nota dell'autore:

«La Poesia mi ha sottratto alla paura. La dedico agli amici persi nella notte del 6 Aprile 2009... e al cuore della mia città... L'Aquila.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


6 commenti a questa poesia:
«i muri feriti dalle urla della Terra... conteplativa...»
Stefano De Masi

«Si respira leggendola la polvere masticata, la disperazione sopportata ed un velo di speranza... trasmette tutto raccogliendo tutto!!
Davvero ottima nella sua scorrevolezza che permette al lettore di soffermarsi e meditare ad ogni passaggio che segna.»
Riccardo Ruschetti

«La tematica aquilana viene trattata in una maniera stilistica decisamente diversa rispetto alla mia, ovviamente quella del sottoscritto è più grezza rispetto al modo di scrivere dell'Autrice. Apprezzata dedica per i martiri del 6 aprile...»
Copia Conforme

   «Una poesia che nasce tra le macerie nutrendosi di lacrime e speranza, di sudore e paura, che riesce a rivedere il sole facendosi strada attraverso il buio della disperazione.
Grazie a te per questi versi che profumano di forza interiore. Apprezzatissima.»
Kiaraluna

«Versi espressivi in un clima di disperazione. Ottima forma poetica ed estrema sensibilità narrativa
Lirica molto apprezzata»
Silvia De Angelis

«Speriamo che le spighe di grano che spuntano dalle macerie, o che la primula nata in mezzo alle tende, siano la metafora della vita che riprende in quella terra così martoriata... che tutti possano ritrovare il sorriso, la forza di andare avanti e perché no, la voglia di sognare ancora!»
Mario Bugli


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Violeta C ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 16 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Attimi (18/03/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Il profumo avvolgente del tango (19/10/17)

Una proposta:
 Angelo mio (15/05/17)

La poesia più letta:
 Attimi (18/03/10, 4534 letture)

  


Violeta C

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Violeta C Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108


Se tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 208 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686214




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info