Poesie scelte da Scrivere.info

Il pianto dell'Acheronte

Giorgia Spurio

Sociale

Si coprì il volto
arando con le dita la terra
e il seno era arido di latte.
Il mondo non camminava
né con la testa tra le mani
né danzando come le fanciulle dei fiumi.

E si spense d'improvviso
il vuoto del nulla
tra le costole degli arresi.
Mentre a pregare a un Dio
rimanevano gli arrestati,
innocenti santi condannati.

Non avevano corde per non respirare,
non avevano l'obbligo di urlare,
soffrire nel soffocato orrore
dove l'inverno non conosce fiore.

Non c'era che sabbia di neve calpestata,
non c'era che un "noi sussurrato" con paura
tra la pelle nuda e le ossa,
tra le lacrime gelate e il cielo che per dispetto
aveva persino le stelle.

Non hai mai pianto,
il freddo rapiva il respiro,
gli uomini vestiti da soldato
castravano gli occhi,
e la bocca non osava se non baci
nei ricordi e tra i balocchi dei piccini,
giocattoli decapitati per gioco
mentre il sangue si ferma davanti al mostro
della morte, delle tombe senza sepoltura,
dei cadaveri senza abiti,
delle vergini senza capelli,
e delle labbra ricucite dei bimbi.

Pregava il silenzio per avere in dono la sordità,
pregava il buio per avere il miracolo del divenire cecità.

E Cerbero dagli inferi della sua cuccia
mugolava il latrato segreto
tra le viscere di Acheronte,
dove Ade morì ad ogni anima,
frastornata da urla impresse
e annodate nella gola,
trasportata stanca e senza occhi
alla sua deriva.

Giorgia Spurio | Poesia pubblicata il 29/01/11 | 5854 letture| 2 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giorgia SpurioPrecedente di Giorgia Spurio >>
 

Nota dell'autore:

«gennaio, 1933- 1945
Shoah
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


2 commenti a questa poesia:
«mi piace perché ha un andamento compassato e sicuro che ben si adatta agli avvenimenti terribili che evoca. Ottima la scelta delle citazioni mitologiche per rafforzarne l'atmosfera... e un plauso anche alla scelta della musica. Tutto di grande qualità, complimenti.»
Stefano Canepa

   «pur descrivendo un periodo della storia umana che dovrebbe farci vergognare... questo scritto ha la voce dell'inferno incalzante sferzante irta di spine... sono affascinata dall'abilità dell'autrice nel descrivere l'orrore quasi come un racconto epico... straordinaria!...»
You Don’t Know Me


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Giorgia Spurio ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 132 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Stuprata (27/08/09)

L'ultima poesia pubblicata:
 Il Soffio della Terra (18/12/16)

Una proposta:
 La forza di non temere (19/01/16)

La poesia più letta:
 Magnolie incatenate (30/12/09, 20695 letture)

  


Giorgia Spurio

Giorgia Spurio

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Giorgia Spurio Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Addio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini
Pagine: 92 - Anno: 2010
ISBN:


Halloween 2009
Autori Vari
Poesie per Halloween
Pagine: 32 - Anno: 2009
ISBN:


San Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 110 - Anno: 2010
ISBN:


Foto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie
Pagine: 200 - Anno: 2009
ISBN: 978-88-6096-494-6


Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2019 Scrivere.info