Poesie scelte da Scrivere.info

Il mortobello

omissam

Vacanze

Le unghie,
lucide snellenti,
appaiano incantate.
La compostezza diafana
irradia la stanza di lucciole candide,
cristalline svolazzanti.
Il volto ancora acceso
dal pallore esangue del trapasso
sembra chiedersi che ora è...
gli astanti,
increduli statici,
sembrano aspettarsi un suo lento,
percettibile movimento
un respiro flessuoso dell'anima.
Lui, mortobello,
steso su letto di foglie cadenti,
non si cura di loro
racchiude le preghiere
in un diario da viaggio,
immobile stentoreo organizza
crociate di ricordi.
Vestito di speranze altrui
il mortobello attende
il lieve movimento dei pensieri,
sciame di rondini blu...
no, non va tumulato
mormora la gente attonita
deve rimaner con noi,
eletto innocente,
eterno monito,
compiaciuto si,
di quella che molti,
illusoriamente,
declamano vita...
lui,
il mortobello,
strizzando le guance,
sorride...
sa perfettamente che ora
vivrà indefinitivamente.
Adesso si...

omissam | Poesia pubblicata il 25/07/11 | 6502 letture| 15 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di omissamPrecedente di omissam >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

15 commenti a questa poesia:
«Omissan con le sue poesie è sempre imprevedibile – in una serata come questa riesce persino a farci sorridere con il dolore altrui – da puntualizzare che niente è falso – sarebbe bene riconoscerlo tutti più spesso.»
Berta Biagini

«adesso Si! Morte con il corpo barato in orizzontale vado al cimitero. l'anima, da addosso sfila con l'angelo con un vieni si va verso una luce fiera che da lassù spande a faro, c'è un incrocio a sinistra. Il Purgatorio è l'officina per la messa a punto dell'anima per l'inizio in terra della vita con un nuovo corpo.
Invece a destra si prosegue per il Paradiso per riposare gradito dal Signore eternamente nel suo camposanto, in cielo tra le stelle.»


«tragicomica... nella sua drammaticità docleamara... siamo tutti innocenti, da bambini e da morti... se belli... qualunque cosa abbiamo fatto in vita... e poi ti guardano... in un'attesa sospettosa, anacronistica ed artificiosa... ed a chiedersi l'ora son gli astanti... si domandano... ma fino a quando?...fino a ché parrà d'averlo guardato abbastanza, come per poter dire, c'ero anche io... e sì anche a me non è sfuggito quel particolare... pareva dormisse... e Lui, guarda loro, dalla sua altezza ora... e forse sorride, ora leggero, persino senza ironia...
sagace, mirabolante lirica, denota un occhio attento, acuto come lince... a cogliere gli aspetti meno nobili di questa umana specie...
piaciutissima ed ancora ammirata!»
Angela Fragiacomo

«questa chicca mi era sfuggita. Ora ti accappio e trattengo. Travolgente questo rendere bella pure la morte. Forse basterebbe credersi... Grande»
elena rapisa

«tu pensa, non si può più stare stesi in spiaggia a fare il morto!
alcuni passaggi... mr O, tremendamente belli.
la tua follia non mi inganna, mai.»


«originalissima poesia, la morte vista come un vivere in altra dimensione, complimenti notevole poesia»
Citarei Loretta Margherita

«Ironia della sorte... nella morte! Per essere ricordati, dover morire.
Un Poeta che seguo da poco tempo, non conosco il suo particolare iter poetico ma, da quanto ho letto, è variegato, spazia a 360 gradi.
Ironia e lirica molto apprezzate.»
DonnaFPgreeneyed

«stai, con le sue lucciole a svolazzare di invezioni tuttebelle, accese e vive come la morte che si confonde davanti al delirio dei Poeti!
encantada»
malaluna

   «"Sembra chiedersi che ora è"
"vestito di speranzer altri"
Ci sono passaggi straordinariamente belli.
Sai quanto io apprezzi il tuo intelletto
e la tua follia!»
mfm Luigi Mancini

«... mi verebbe da dire oh! ma dirò spettacolo... questo testo veramente mi ha esaltato, profondo nel concetto e veramente coinvolgente... complimenti sono ammirato!»
EnzoL

«Un nuovo personaggio della tua interminabile saga.
Il mortobello: l'amato che non deve morire. L'incorrotto che scompare e lascia attorno solo sconcerto, disperazione e sgomento.
La morte lo ha lasciato bello come da vivo.
Si dovrebbe morire da brutti, consumati, disdicevoli e sfatti...
La bellezza è destinata alla vita...
La bellezza non deve morire.
...ma lui sembra sorridere, sa che adesso, non lo potranno dimenticare mai... vanesio...»
hy ju

«Una morte allegra, il mortobello sarà alquanto contento di tutto ciò...sei incredibile»
Grazia Bianco

«In vacanza ci si può ridurre ad essere VitaFinta...è quello che ci si merita - dico agli spettatori, felicemente convinti che non si tratti di un paradosso -
...e complimenti per l'atmosfera luccioleggiante, sai stupirci come sempre»
Rita Stanzione

«Fantasia ...esagerata ...Ma mi ha fatto sorridere, nonostante la tragicità dell'evento. Sembra quasi Lui il vivo e gli alti ...quasi morti...
Stana ma molto bella!»
Duilio Martino

«Hai usato un nuovo super relativo assoluto qualificativo iperoboante extrassordante?»
PULSE Morganti Paolo


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
omissam ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 32 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Dio di me stesso (31/08/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Centosessantaquattro volte dentro te (31/05/15)

Una proposta:
 Eutana e sia (04/01/15)

La poesia più letta:
 Sarah piange (08/10/10, 9433 letture)

  


omissam

omissam

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

omissam Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info