Poesie scelte da Scrivere.info

Arpa Celtica

Maurizio Melandri

Amore

Ho suonato il tuo Corpo
tutta la Notte
come un'Arpa celtica
emanava sospiri e languori
sinuosi attraversavano l'aria
onde temerarie
e senza ormeggio.

Ebbra
nel dormiveglia
forse cosciente
forse no
volutamente assente
inesperta e debole
ai miei occhi adoranti.

Le braccia diafane
abbandonate
all'alba ti sussurro
sillabe impronunciabili .

Ti guardo rapito
come non fossi più
creatura umana
ma una corda di violino
muta e tesa.

Appendo al ramo
le mie parole
perché ora
desiderio incalza
e nel silenzio più assorto
mi chiedi di sfamare
la tua voglia.

In essa, ardente
m'addentro.

Vorrei esserti ovunque
come sulfurea acqua
del sottosuolo carsico.

Maurizio Melandri | Poesia pubblicata il 15/11/11 | 8027 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Maurizio MelandriPrecedente di Maurizio Melandri >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Maurizio Melandri ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 22 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Assenza (15/01/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Mia (21/05/17)

Una proposta:
 Non parlerò più (13/04/16)

La poesia più letta:
 Arpa Celtica (15/11/11, 8027 letture)

  


Maurizio Melandri

Maurizio Melandri

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Maurizio Melandri Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info