Poesie scelte da Scrivere.info

Me patri cu me matri ncelu

Michelangelo La Rocca

Dialettali

Sugnu cu to matri
mparadisu,
comu sempri è carina,
e puru cca ncelu
mi sta vicina.
Mi porta u cafè,
u pani ammugliatu
e lu sciroppu
si sugnu arrafatatu.
Pripara u maccu
cu li cavateddri,
li cuddriruna
e tanti cosi beddri.
Mi manca lu trinciatu
chiddru forti,
nun lu vonnu dari
a natri morti,
dicinu ca fa mali
a la saluti:
a cu vonnu babbiari
sti curnuti?

Traduzione.

Sono con tua madre
in paradiso,
come sempre è carina,
e pure qua in cielo
mi sta vicina.
Mi porta il caffè,
il pane inzuppato,
e lo sciroppo
se sono costipato.
Prepara la purea di fave
con i cavatelli,
la pizza con le verdure
e tante cose buone.
Mi manca il trinciato,
quello forte,
non lo vogliano dare
ai noi defunti,
dicono che fa male
alla salute:
a chi vogliono sfottere
questi cornuti?

Michelangelo La Rocca | Poesia pubblicata il 28/12/11 | 3194 letture| 2 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Michelangelo La RoccaPrecedente di Michelangelo La Rocca >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

2 commenti a questa poesia:
«Una poesia che mi lascia stupita per l’originalità, ma sicuramente apprezzata!»
Marinella Fois

   «È originale questa poesia in vernacolo... Il Poeta immagina per i suoi genitori un paradiso speciale, come se fosse la continuazione di ciò che facevano sulla terra. Immagina un colloquio con il padre che gli dice che la mamma lavora sempre per lui "Mi porta u cafè, u pani ammugliatu e lu sciroppu si sugnu arrafatatu". Versi particolari ma molto gradevoli...»
Sara Acireale


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Michelangelo La Rocca ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 23 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Il salice piangente (19/10/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Un pianeta nel caos (30/01/19)

Una proposta:
 La rosa, i suoi petali, le sue spine (27/10/17)

La poesia più letta:
 U viddanu (14/12/11, 5507 letture)

  


Michelangelo La Rocca

Michelangelo La Rocca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Michelangelo La Rocca Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info