Poesie scelte da Scrivere.info

L'odore della pelle

Francesco Scolaro

Riflessioni

Quanto eran belli
gli anni iti
dell’infanzia mia
tersi
come cieli a primavera
tra cumuli di sogni
e scie di stelle
m’incamminai lungo la via...

Nessun pensiero
oltre i trastulli
abbacinavano la mente
dentro le pozzanghere
scorgevo il mare
sopra le nuvole…
un campo di papaveri.

Marzo
mi trovò con lunga chioma
d’un soffio il vento
me la scompigliò
aspettai Aprile spettinato
poi
un profumato unguento
la riconciliò

Quanto eran belli
gli anni iti
senza tempo e senza inganni
privi di foggia
e colmi di speranza.

Di mio padre reco
ancora
il segno del rispetto
e di mia madre …
l’odore della pelle.

Francesco Scolaro | Poesia pubblicata il 24/04/12 | 902 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Francesco ScolaroPrecedente di Francesco Scolaro >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


5 commenti a questa poesia:
«Una delicata panoramica su periodi di vita ormai avvolti nella spirale del tempo. Tempo sereno vissuto tra sogni e speranze nello scorrere delle stagioni, non alterate. Ricordi d'infanzia goduta tra gli affetti più cari e... profumo di mamma, che accompagna, che rimane marchiato a fuoco nel cuore. Grande sensibilità d'animo in bella lirica. ben meritata la rima.»
DonnaFPgreeneyed

«Versi che scorrono con nostalgia in un poetare di immane sensibilità. Le parole sgorgano dal cuore con delicatezza, la delicatezza che è propria dei ricordi di anni oramai passati, ma che nella mente e al cuore restano indelebili. Molto ma molto bella!»
Rita Minniti

«Una bella poesia del ricordo, degli anni "iti", lontani e quasi arcaici come alcuni termini, calzanti per il tema trattato. Suoni, colori e profumi si confondono nei versi, in un crescendo che alla fine suggella il ricordo forse più bello, quello dei genitori e, in particolare, della madre, con "l'odore della pelle". Ritornano le parole del titolo, come a chiudere la poesia in un circolo, come quasi a serrare quei ricordi per non farli scappare.»
Michele Tropiano

   «struggente poesia piena di tenerezza, complimenti, notevole»
Citarei Loretta Margherita

«Un sentimento quello dell’amore per i genitori che non potrà mai morire, sempre si rifletterà sul nostro cammino ricordando gli anni della fanciullezza.»
Berta Biagini


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Francesco Scolaro ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 69 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Io fuggo (04/11/07)

L'ultima poesia pubblicata:
 Amuri cumplicatu (13/07/14)

Una proposta:
 Frammenti di speranza (15/03/13)

La poesia più letta:
 Frasi di circostanza (04/03/08, 3787 letture)

  


Francesco Scolaro

Francesco Scolaro

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Francesco Scolaro Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Earth Day
Autori Vari
La nostra Terra, così trascurata, così, martoriata, ma sempre nostra. L'Earth Day in poesia.
Pagine: 27 - Anno: 2008
ISBN:


Tibet
Autori Vari
«E’ con grande gioia che leggo questo bellissimo libro, che contiene parole che illustrano le caratteristiche e la bellezza della cultura e della religione Tibetana, dello splendido paesaggio del “tetto del mondo”. Le poesie contenute in questo libro dimostrano sintonia con il puro, amorevole e semplice cuore del popolo Tibetano. Apprezzo moltissimo l’amore e l’affetto degli autori di queste poesie verso le tradizioni del Tibet e verso la sua eredità spirituale.
Agli autori di queste poesie va il mio ringraziamento e le mie preghiere, ma anche a tutti coloro che le leggeranno!»
Lama Geshe Gedun Tharchin
Il ricavato della vendita di questo libro sarà dedicato al beneficio dei monaci e dei rifugiati tibetani

Pagine: 59 - Anno: 2008
ISBN:


Karol Wojtyla
Autori Vari
Poesie per ricordare e celebrare Papa Giovanni Paolo II
Pagine: 38 - Anno: 2008
ISBN:


Festa del Papà
Autori Vari
Poesie per celebrare la Festa del Papà
Pagine: 34 - Anno: 2008
ISBN:


Festa delle Donne
Autori Vari
40 poesie per celebrare la Festa delle Donne
Pagine: 48 - Anno: 2008
ISBN:


Foto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie
Pagine: 200 - Anno: 2009
ISBN: 978-88-6096-494-6




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2014 Scrivere.info