Poesie scelte da Scrivere.info

Una Carcassa di Cane (morto)

EnzoL

Morte

Mellifluo era l'incedere,
dolce e fumoso
come i vapori bianchi della cecità;

in quella strada,
- spumosa di nebbia -
bambini,
dondolanti passi onirici
tra ruderi pindarici

E d'un giorno,
ricordo ancora
il netto tra morte e magia,
con il proprio fetore
lungo la via

Vermi dai tuoi bulbi blu!
e dalle viscere incontinenti
un'esplosa sconcia posa

Immobile
restavi lì,

dove larve feroci
digerivano
i sogni del mattino

brulicando quelle nebbie
e regalando
alla certezza del nostro futuro

l'ineluttabile

EnzoL | Poesia pubblicata il 07/06/12 | 6175 letture| 12 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di EnzoLPrecedente di EnzoL >>
 

Nota dell'autore:

«L'infanzia finisce quando scopri che un giorno morirai
citazione da 'Il Corvo'
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


12 commenti a questa poesia:
«Incredibile, un genio, cosa dire? Colpita e affondata! le tue poesie sono micidiali. L'infanzia finisce quando scopri la morte, riflessione profonda. BELLISSIMA; complimenti!!!»
Laura Maira

«Poesia molto dura che mi colpisce al cuore e ai sensi... Io amo così tanto i cani!
Poesia che riporta alla realtà della morte come una cosa che accomuna tutti gli esseri viventi... scritta con trasporto e che trasporta. Molto sentita!»
Clara Gismondi

«Assolutamente splendida!
Nella partenza leggera del dolce incedere fumoso tra i vapori bianchi della cecità, (immagine di gran forza) al giungere laddove una sciabolata netta spezzerà l'incanto, finendo crudelmente nella visione dell'ineluttabile.
Ogni rigo, pura poesia... intensità del vivere, dolore del crescere, saggezza del capire.
Un capolavoro, !»
Oriella Del Col

«impossibile aggiungere altro dopo i profondi e dettagliati interventi degli altri Autori... aggiungo i miei complimenti per lo stile coinvolgente e scorrevole dell'Opera e per l'originalità...»
Giacomo Scimonelli

«Non faccio molti commenti ma questa tua, mi scuote l'apatia e mi ruba il ticchettare sui tasti per scriverti che: è un capolavoro.»
AntonellaB antoequi

«letta più volte ... è la terza strofa che mi stoppa
nel senso che m’incanta, quel giorno è davvero tremendo
il giorno del disincanto, dell’incoscienza che schiatta
in mille pezzi divenendo percezione; versi avvolti da nebbia,
dall’amarezza esistenziale, la cognizione del ciclo della vita ... ottima.»
Sadness

   «Magistrale il modo in cui l'autore esamina la scomparsa/degradazione che giunge con la morte. Lessico pregevole, idem la forma. Una grande prova, piaciutissima anche la nota.»
Rita Stanzione

«Io vivo sapendo che la morte un giorno busserà alla mia porta... e le certezze ed i rimpianti saranno ricordi di bambini spensierati. Leggerti è pura poesia, ogni verso si fa leggere per poi rileggere ancora.»
Giuseppe Boccanfuso

«bella la citazione riportata dal poeta nel suo commento... la vita la morte... la vita che come larva feroce, contro la quale non ci si può opporre... forti riflessioni ...pensieri latenti che ad un certo punto escono allo scoperto ...grande poeta»
carla composto

«Spettacolo questi versi... superbi davvero.
Scoprire la certezza della morte è si un grande passaggio... ci si sveste dell'abito bambino svegliandosi d'un tratto... nella nebbia che spesso ci accompagnerà per il resto del nostro cammino.
Grande! Foglia ultra meritata come la mia segnalazione ed il fiocco!»
Duilio Martino

«E l'infanzia finisce, anche quando scopri
la morte, attraverso chi ami,
un giorno ti svegli e non troverai più, quel dolce viso d'angelo
la vita/la morte ... incastri
" bambini,
dondolanti passi onirici
tra ruderi pindarici" e la 7 strofa...
Fantastiche!!»
Patrizia Ensoli

«l'incanto, in questi versi, invece che infrangersi con la scoperta della morte, esplode! entra nel dettaglio per abbracciare l'estremo significato, vita/morte, il ciclo inizio/fine, ed agli occhi di un bambino è semplice la comprensione, che pur mantiene l'innocenza nell'ineluttabilità...e questa è meraviglia, il netto tra magia e morte... beh, è vita
incagliata a questi versi che dipingono l'ultimo atto, con gli occhi di un bimbo, puri... me li porto via in un bel fiocco rosso, e segnalo perché merita, merita!»
Angela Fragiacomo


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
EnzoL ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 41 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Volendo il nostro eroe (06/10/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Kermesse (01/07/14)

Una proposta:
 E= hv (17/04/14)

La poesia più letta:
 Cronaca di un addio (17/11/10, 7890 letture)

  


EnzoL

EnzoL

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

EnzoL Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Se tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 208 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686214




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info