Poesie scelte da Scrivere.info

Zina non conosceva il colore del mare

Francesco Falconetti

Impressioni

Zina non conosceva il colore del mare,
coi suoi quindici anni ed una valigia vuota
s'incamminava scalza lungo la polverosa strada di paese che portava al mare.
Nessun amico, nessun perdono,
quegli occhi azzurri d'un azzurro mare
sconfitti e spenti guardavano ormai solo il silenzioso vuoto della sua anima.

Zina, coi suoi quindici anni,
con quello strano trucco sulla sua faccia da bambina,
troppo evidente da cancellare,
troppo profondo da poter dimenticare.

Zina, coi suoi quindici anni,
con una mamma sola e sei fratelli da dover sfamare
in quell'Agosto afoso di paese del Sud
dove la povertà è vergogna
e la disperazione ti fa vendere il corpo uccidendoti l'anima.

Zina non conosceva il colore del mare,
a piedi scalzi raggiunse la scogliera e,
stanca, chiuse gli occhi per un istante,
mentre l'azzurro dei suoi occhi s'unì all'azzurro profondo del mare.

Francesco Falconetti | Poesia pubblicata il 29/05/13 | 3744 letture| 7 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Francesco FalconettiPrecedente di Francesco Falconetti >>
 

Nota dell'autore:

«Liberamente ispirata alla tragica storia di Palmina Martinelli, morta bruciata viva a 14 anni a Fasano (BR) l'11 novembre 1981 e mai creduta, pur avendo denunciato, mentre era ormai morente in un letto d'ospedale, i suoi assassini. Il nome qui citato, Zina, è di pura fantasia e non intende riferirsi a nessuna persona così chiamata.»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonch qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

7 commenti a questa poesia:
«Il dolore di una vita spezzata narrato con struggente bellezza. Commovente e indimenticabile.»
Miriam Badiani

«Purtroppo anche questo fa parte della vita non finiremo mai di assistere a simili episodi. Chiss perch, ma il male sembra debba sempre vincere. Commossa poco.»
Berta Biagini

«Un racconto poetico di un fatto accaduto. L'uso dell'anafora imprime un ritmo incalzante all'opera, quasi a voler stimolare il lettore a non dimenticare. Scritto molto bene.»
Salvatore Linguanti

«bella, commovente, tristemente attuale... grazie per averla scritta.»
Stefano Canepa

   «Una testimonianza da urlare e far sapere ... occhi innocenti che non hanno visto pi luce per ogni catena che si possa aggiungere alla rabbia...
versi decisamente apprezzati»
Rosita Bottigliero

«parole di dolore, nessuno dovrebbe giungere a tanto, ma la verit fa male!»
EmiliaGuerra

«non bisognerebbe mai dimenticare questi atroci episodi, purtroppo innumerevoli, che hanno macchiato indelebilmente l'Uomo... che conducano a riflettere su quanto poco (nulla!) faccia la giustizia per tutelarci, quanto vergognoso ed insopportabile sia apprendere come questi mostri spesso la passino liscia...»
Elena Poldan


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Francesco Falconetti ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 11 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Anime scagliate in cielo (02/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 Al tramonto, tra le colline di Tissi (13/04/15)

Una proposta:
 Come condanna, sulle mie dita (11/06/13)

La poesia pi letta:
 Zina non conosceva il colore del mare (29/05/13, 3744 letture)

  


Francesco Falconetti

Francesco Falconetti

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Francesco Falconetti Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte pi recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info