Poesie scelte da Scrivere.info

La mi gleba d’amor è anecumene

Johnny Varriano

Amore

La mi gleba d’amor è anecumene
ma gentil ninfa sostenta la mi mente
et pensei dolci e rei fuor vengono
ed male et danno ne lo me disperdono.

Et cò vago senno viaggio
fra i scaffali de l’intelletto
ove memorie amene rintraccio
di giorni chiusi a catenaccio.
Abbatto la collana de ferro
et tiro a me lo cassetto:
e li adagiati su lo fondo bianco
v’è un garbato et sublime ritratto.

M’eccito di deseo ampio mirando
ed qualora richiami iniqui chimere:
me veo con te a far l’amore
giù la bora et l’ aurora
vinto da lo verde sguardo tuo
avvinto ad què lo corpo esimio.

Son io la geoide et te sei la mi nife
e come ghibli che scalda nord africa
te sospiri a l’interno de lo meo core:
et quann strusciam di sguardi
appari mistral che leggio espira
dando freddi brividi a la schiena mia.

De la natura sei la più bea poesia
lo verso più eufonico et ben forme
et i’ quando me ne vò la sera a dorme
cò lo penso ti raggiungo ovunque sia
icché t’amo come la mia vita!

Traduzione:

Il mio cuore è disabitato
ma gentile fanciulla nutre la mia mente
con pensieri dolci e cattivi che vengono fuori
ed dolore e guasto nel mio essere diffondono.
E con la mente viaggio
fra i scaffali de lo mi intelletto
ove ricordi ritrovo
di giorni passati.
Rompo la catena
e apro il cassetto
e lì adagiati sul fondo bianco
un piacente ed favoloso ritratto.
Mi eccito di enorme desiderio guardandolo
Ed se penso a oscene fantasie
vedo me far l’amore con te
sotto la bora e l’aurora
sconfitto dal tuo giovane sguardo
stretto a quel copro esemplare.
Sono la terra e te sei il mio nucleo
e come ghibli che scalda nord africa
te sospiri all’interno del mio core:
et quando strusciamo di sguardi
appari mistral che leggero espira
creando freddi brividi alla schiena mia.
Della natura sei la più bea poesia
il verso più eufonico e ben forme
e i’ quando me ne vado la sera a dormire
cò lo pensiero ti raggiungo ovunque sia
perché t’amo come la mia vita!

Johnny Varriano | Poesia pubblicata il 10/02/14 | 2282 letture

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Johnny VarrianoPrecedente di Johnny Varriano >>
 

Nota dell'autore:

«La mi gleba d’amor: terra d’amore (cuore)
danno: inteso mutamento del carattere
di giorni chiusi a catenaccio: giorni trascorsi
verde sguardo: inteso come il colore dei suo occhi
geoide: terra
nife: nucleo
ghibli: vento caldo africano settentrionale
mistral: vento freddo e secco
leggio: leggero
»

 

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 

Johnny Varriano

Johnny Varriano

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Johnny Varriano Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info