Poesie scelte da Scrivere.info

Quattro passi oltre i cinquanta

carla vercelli

Introspezione

Temevo la vulnerabilità del tempo
questo mare sconfinato che è riva a se stesso
ma il tempo oggettivamente misurabile
non è il mio tempo.

Virato il mezzo secolo
oltrepassato con quattro passi il guado
che immette, a proprio malgrado, nella storia,
temevo i bilanci e i ripensamenti,
l’acuto limite impietoso del vivere,
un filo spinato teso a tranello
m’avrebbe spinto indietro in un vortice di pena.

E invece in questi quattro passi
sulla battigia della mia alba
ho ricomposto il tempo frantumato del male,
compattato quello della noia,
rinnegato il tempo del rimpianto,
reso inestimabile quello della nostalgia e della memoria.
Ho vissuto appieno il tempo dell’amore.

Un velo di mascara, un tocco di rossetto, un abito lieve
e rimangono solo rughe da sorriso,
i cedimenti sono soltanto alla speranza.
Liberata dalle zavorre del passato
si libra leggera la mongolfiera del futuro
ed io vivo -o meglio sono- il tempo che amo di più:
il tempo adesso e qui.

E’ la mia impronta cancellata dal vento
che m’assicura d’aver camminato tanto,
è il mio passo sul filo delle nuvole
a farmi dono, il presente della meta.

carla vercelli | Poesia pubblicata il 24/06/15 | 2896 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di carla vercelliPrecedente di carla vercelli >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

5 commenti a questa poesia:
«Ammiro questa capacità che hai avuto di sublimare il tempo.
...Io ho smesso di provarci anche se continuo a leggere, a dipingere, a scrivere sempre interrogandomi su domani che d'un subito ritrovo già ieri...
Troppo mi pesano le parole non dette, i gesti non compiuti, la rassegnata rinuncia a sognare.
Per questo, i miei complimenti non solo ai tuoi versi.»
Aledam

«Quanta bella saggezza in questa melodia serena! Il presente é adesso, è qui, ed è quello che ora possiamo goderci di più senza i rimpianti del passato o le incertezze del futuro. Molto apprezzata per la forma armoniosa e per il contenuto importante.»


«Lo spirito giusto è quello delle ultime due strofe e tener presente che dopo il mezzo secolo, la vita inizia a scorrere al contrario ed ogni anno che passa è un anno di meno»
Azar Rudif

   «La maturità dona consapevolezza e pienezza del vivere, una rara forma di felicità, preziosa... trovo tutto questo ben espresso in questi versi.»
Elena Poldan

«Si dice che il tempo è relativo...
ed è così. Quando lo spirito si veste di leggerezza, pur non accantonando il vissuto, si va sempre incontro alla vita: quella non ha un'etá da calcolo. Bella poesia, dalla profonda riflessione dell'autrice.»
Rita Stanzione


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
carla vercelli ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 21 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Rosa selvatica (14/05/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 Due usignoli (07/06/19)

Una proposta:
 Guadando il fiume (12/07/17)

La poesia più letta:
 Regalami un interno di Vermeer (11/04/11, 6263 letture)

  


carla vercelli

carla vercelli

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

carla vercelli Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info