Poesie scelte da Scrivere.info

Bentornata rondinella

Michelangelo La Rocca

Riflessioni

Bentornata
dolce rondinella,
nel mio giardino
la primavera è bella.
Costruirai il nido
sui soliti rami
del verde abete,
quello che ami?
Scappi dal caldo
del nero continente
o dalla triste guerra
ormai immanente?
Racconta rondinella,
sii sincera:
cosa succede
nella terra nera?
Hai visto ragazzi
cadere a terra
nel combattere
l’infame guerra?
Hai visto disperati
annegare in mare,
chiudere gli occhi,
smettere di sognare?
Cosa dicevano
dei muri alzati,
del nostro cinismo,
dei fili spinati?
Non mi rispondi
cara rondinella,
sai che in autunno
lì devi ritornare,
hai solo voglia
di dimenticare!
Io ti capisco
rondinella mia,
se sol potessi
non andresti via!

Michelangelo La Rocca | Poesia pubblicata il 22/04/16 | 1781 letture| 5 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Michelangelo La RoccaPrecedente di Michelangelo La Rocca >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.


5 commenti a questa poesia:
«Questi versi sono stati scritti un anno fa... sono pensieri che purtroppo a distanza di mesi, sono ancora tragicamente veritieri ...oggi come ieri le popolazioni del continente nero continuano a soffrire di fame e di stenti vari... bambini ed adulti costretti a lasciare il proprio paese per ritrovare la pace e per vivere ...la rondinella non può fare altro che ascoltare e non risponde sapendo che dovrà ritornare in Africa ... rondinella che ha visto gente morire in mare... ha visto bambini, donne e uomini di ogni età perire per fame o per cattiverie... suggestivo e originale questo monologo dell'autore con la rondine...»
Giacomo Scimonelli

«Una profonda lirica che porta il lettore, ancora una volta, a riflettere sui fatti gravi che stanno accadendo di continuo nel mondo. Ecco che nasce spontaneo il confronto fra la bellezza della natura ed i disastri causati dall'uomo per malvagità, per incuria o per voglia di potere. La sensibilità porta il poeta a voler dar voce alla natura, nel caso ad una rondinella, affinché potesse gridare al mondo tutte le emozioni di paura e di tristessa che natura prova a causa dell'uomo e non solo, anche quella che gli uomini provano e stanno ancora provando a causa dell'uomo stesso. Complimenti, piaciuta!»
Angela Schembri

«La rondine pellegrina, simbolo della primavera. Una primavera triste se si pensa alla brutalità ed alla cattiveria che c'è nel mondo in questo momento storico...
Versi molto intensi e belli che portano alla riflessione!»
Melina Licata

   «Una rondinella ritorna ed è già primavera ma il Poeta non si limita a constatare questo ma instaura un dialogo con il volatile (come soltanto lui sa fare). Chiede se dal luogo da dove viene c'è la guerra, se c'è fame, se ci sono disperati che scappano... Vuole sapere la verità il Poeta, vuole conoscere le tragedie del mondo. Noi erigiamo muri, barriere e filo spinato mentre invece la rondinella ha visto gente morire in mare, scappare da orrori e tragedie senza fine. È triste la rondinella e non ha nemmeno il coraggio di rispondere. Lirica apprezzata»
Sara Acireale

«Triste realtà quella che la tua rondinella ha vissuto... anche lei come gli abitanti del continente nero è profuga nel tuo giardino, forse le sue amiche non sono riuscite a scampare a guerre e stenti o a un viaggio impossibile ... magari impigliate in fili spinati o forse inabissate nelle acque chete del mare... chissà...sarebbe auspicabile che tutti uomini, donne e... rondinelle potessere tornare nei luoghi a loro cari.»
Giusy Gosparini


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Michelangelo La Rocca ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 23 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Il salice piangente (19/10/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 Se la Luna s’incontra col Sole (24/01/19)

Una proposta:
 La rosa, i suoi petali, le sue spine (27/10/17)

La poesia più letta:
 U viddanu (14/12/11, 5451 letture)

  


Michelangelo La Rocca

Michelangelo La Rocca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Michelangelo La Rocca Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2020 Scrivere.info