Poesie scelte da Scrivere.info

Fermati... ascolta

Giovanni Ghione

Natura

Tra colate dense
di tattile lava di sole
scorrono meriggi lenti
ove la luce scivola
sui cigli delle imposte
raggiunge le fontane sotto i platani
filtra la frescura dell’erba

qui in questo quartiere abile al trucco
da tutto il mondo arrivano le genti
come un tempo sulle carovaniere
e il porto regala indifferente
letargo e afrodisiaci

intanto passano nel rio

atrazina e H2O
autarchia e Comunità Europea
braghe rotte e abito firmato
caccia e protezione animali
colonialismo e terzomondismo
ladri di polli e lancia termica
pallottoliere e computer
solidarietà e indifferenza
tombola e videogiochi

tutto transita in varie forme
e un poeta steso sul letto
con gli occhi rivolti al soffitto
riavvolge quel fil di fumo
dell’accampamento
coniugando l’oggi all’infinito
e alle proprie origini lontane.

Giovanni Ghione | Poesia pubblicata il 27/06/17 | 519 letture| 6 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Giovanni Ghione >>
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

6 commenti a questa poesia:
«Un "Meriggiare pallido e assorto" scritto ai tempi del "villaggio globale"
della miscela, del crogiolo di razze, costumi e ideologie... "coniugando l'oggi all'infinito".»
poeta per te zaza

«un transito della vita descritto intensamente mutamenti in un mondo dove tutto cambia assumendo varie forme, al poeta nn sfugge nulla e ci regala una descrizione intensa e vera ...bellissima chiusa
elogio sincero»
carla composto

«Descrizione tattile e visiva di un mondo di contraddizione tra luce ed ombra
in un testo in movimento che evolve in
un sentire anomalo. Il mio elogio.»
Eolo

   «Contraddizioni ed eccessi rappresentano il nostro tempo. L'autore, che si confronta con la dimensione moderna, si mette in disparte, all'angolo del vivere di ogni giorno ed osserva... coniuga le emozioni del presente rapportandosi all'infinito.»
Antonella G

«Soffermarsi a pensare la natura ed i suoi mutamenti che un bravo poeta deve saper cogliere e descrivere. Ripescare dal passato ciò che non si usa più ed è quasi dimenticato, per far ricordare vecchie sensazioni confrontandole con le emozioni che ci regala un presente quasi prossimo al futuro. Molto ben descritta da belle immagini e paragoni. Complimenti!»
Angela Schembri

«Anche questa descritta dal Poeta è natura: "e il porto regala indifferente
letargo e afrodisiaci"...
E la vita scorre mentre nel fiume passano veleni per la salute di tutti gli esseri viventi. Tutto transita tra l'indifferenza generale e al Poeta non resta altro da fare che scrivere, guardare il soffitto e scrivere.»
Sara Acireale


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 

Giovanni Ghione

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giovanni Ghione Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info