Poesie scelte da Scrivere.info

Lo posso fare, sono una donna

numerouno

Donne

Ti osservo con riguardo,
mentre riassetti il viso,
povero di illusioni trascorse
e ricco di antico sfavillìo,
che lo specchio riflette
del tutto indifferente,
dentro una nuvola di cipria
e le cinque fragranze
del tuo lipstick metafisico.

L’occhio di ghiacci dell’Alaska,
evaporato il mascara evocativo,
interseca le sacre sembianze,
i dolci intrecci e i mistici affetti carnali,
la casa, accattivante sogno vissuto
in technicolor,
vecchio stile dalle vivide prospettive,
ancor tenacemente attese,
roride di pietas
e cariche di metafore del cuore.

Le dita ossute e volitive
descrivono,
lo smalto performante gel tramonto,
nel volteggiare frenetico,
una tenera fermezza,
tipica del suo tratto,
d’anni vetusta e d’esperienza feconda,
ancorché di maestosa nobiltà
riflessa e avviluppata.

Agile Il passo, dentro le tue ginniche,
e curva la postura,
ma non dimessa,
dicono di percorsi consumati
a coglier vita e sensazioni degne,
d’una realtà di fascino e durezza
e di contese asprigne coronata,
ma sempre fiera,
il petto esuberante,
di affannate vittorie inorgoglita,
a marciare,
incontro a nuove complicità,
tra sogni di chiffon e graffi laceranti
il tessuto connettivo
del giorno appena sbiadito.
.
E mentre abbracci un ricordo profondo,
lieve la mente e flebile il singulto,
procedi a custodire con premura
tesori di perizia e di saggezza,
che, belli e nobili, illustrano,
al pari di medaglie e cicatrici,
la tua storia di forza e di battaglie,
combattute fino ai recessi dell’anima,
e l’incancellabile geometria del vissuto
a ridefinire, ancora e per sempre,
perimetri e aree
di miti, riti e affetti.

Ma quante vite hai nel tuo vissuto, donna!

numerouno | Poesia pubblicata il 10/03/18 | 541 letture| 1 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di numerouno
 
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

1 commenti a questa poesia:
«Dalla notte dei tempi il poeta decanta la Donna e la sua essenza, in una miriade di sensazioni uniche del suo meraviglioso ed infinito essere, come in questi magistrali versi che donano al lettore una parte di "Lei" così sempre misteriosa ed incontenibile.»
Danilo Tropeano

  
Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 

numerouno

numerouno

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

numerouno Leggi la biografia di questo autore!



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2018 Scrivere.info