Poesie scelte da Scrivere.info

Vi chiedo perdono Italiani

Bruno

Cronaca

Urli di sirene
per le stradine
di città vecchia,
pantere volanti,
pompieri
ambulanze,
che sara mai successo
in questa città tranquilla
come Bolzano,
un attentato, una rapina
lo stupro ad una bambina?

Niente di tutto questo
un cervo spaesato
corre lungo le strette vie
del centro,
inseguito come
un assassino in fuga,
travolge qualche persona
ma lievi i dani.

Stremato dalle forze
scende le scale
di un parcheggio,
è in trappola,
le reti sono tese...
-un colpo di pistola-
colpito ma ancora vivo,
-un altro colpo di pistola-
e dal bosco vicino...
un bramito, un pianto.(b(/b)

Bruno | Poesia pubblicata il 11/09/08 | 1943 letture| 8 commenti

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Bruno >>
 

Nota dell'autore:

«quando le bestie sono umane...»

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

8 commenti a questa poesia:
«Se non avessi seguito la storia a suo tempo, leggendola tutta d'un fiato, avrei immaginato e sperato una fine diversa, ma invece posso solo condividere lo sfogo del nostro autore - siamo arrivati proprio al limite e chissà, forse nel bosco ancora qualcuno avrà finito di soffrire.»
Berta Biagini

«Sempre dalla parte di animali e bambini indifesi e senza possibiltà di fare valer i loro diritti condivido li sfogo dell'autore. Poesia scritta con bravura e sensibilità, mi ha commossa. MOlto bella!»


«Sofferta conl'autore... un atto stupido, insensato... per di più, giustificato con arroganza. Gradita, condivisa»
Paolo Ursaia

«la vita delle persone oramai vale tanto poco! Vale soltanto il denaro. Cosa può valere quella di un animale? 70 anni fa, quando ero piccoletto non era così. Questo mondo non mi piace più. Bravo per la tua sensibilità.»
Alberto Canfora

   «ragazzi, vorrei ricordare che la gente s'e' sempre scannata allegramente e fino a sessanta anni fa si marciava a passo d'oca anche in italia (questo x il sig. canfora) e tutt'oggi si crepa in fabbrica per 1000 euro al mese, come visto da me medesimo. io ho 35 anni e a casa mia, anni fa, s'ammazzava il maiale davanti a noi bambini fra l'ilarita' generale, x dire. la natura dell'uomo è quella di ammazzare i cervi oppure di difenderli, niente di piu', niente di meno.»
Jo Spurs

«D'accordo con poetya con canfora ...ci piace sempre meno questo mondo dove la vita anche e soprattutto quella degli animali ha sempre meno valore... c'è da aver paura di tutta questa insensibilità...»
Fippo2


Per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere
 
Bruno ha pubblicato in questo sito:
 Le sue 11 poesie

La prima poesia pubblicata:
 Lontananza (19/08/07)

L'ultima poesia pubblicata:
 Vi chiedo perdono Italiani (11/09/08)

Una proposta:
 ”ambarabà ci ci e co co” (14/12/07)

La poesia più letta:
 Lontananza (19/08/07, 7010 letture)

  


Bruno

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie scelte più recenti nel sito:

 

Copyright © 2017 Scrivere.info